Curare il dolore alla spalla

In Pillole: La spalla è un’articolazione complessa che può generare dolore per un insieme di cause e concause molto vasto. Una volta escluse le più comuni cause e patologie attraverso esami specifici è possibile rivolgersi ad un osteopata per individuare la natura del problema, ripristinando cosi  la normale funzionalità e l’equilibrio delle spalle attraverso un trattamento di manipolazione dolce.

Come curare il dolore alla spalla

Chi di noi non ha sofferto almeno una volta nella vita di dolore alla spalla?
Il dolore alla spalla può avere diverse caratteristiche: può essere transitorio, acuto, avere gradi di severità differenti…può anche essere cronico e durare anni!

Ma come funziona la spalla?
La spalla è un’articolazione composta molto importante formata dalla testa dell’omero (l’osso che si trova nel braccio), dalla clavicola e dalla cavità scapolare dove si inserisce la testa dell’omero.

Perchè si dice articolazione composta?
In realtà sono presenti quattro articolazioni: una tra omero e scapola, una tra clavicola e scapola, un’altra fra sterno e clavicola e l’ultima fra scapola e torace, questo senza contare tutto l’apparato legamentoso e muscolare utile al funzionamento di tutto l’apparato.

Con questo grado di complessità e vista l’importanza funzionale che ricopre la spalla per l’organismo è probabile che, prima o poi, intervengano diversi tipi di disturbi, dovuti a traumi o semplicemente a fenomeni infiammatori.

In questo articolo vedremo cosa causa più spesso problemi all’articolazione e come curare il dolore alla spalla tramite un’efficace terapia di supporto: l’osteopatia.

Tante cause per un’unica conseguenza: il dolore

Cercare di capire da cosa può essere causato il dolore alla spalla non è semplice, come non è semplice l’articolazione che stiamo prendendo in esame.

Fra le prime cause possiamo indubbiamente trovare l’annoso problema della posture scorrette reiterate nel tempo, vero ‘killer’ in tanti casi di problematiche muscolo scheletriche.
In secondo luogo abbiamo le sollecitazioni eccessive o anomale relative a soggetti che praticano un’intensa attività sportiva o lavorativa: in questi casi non è infrequente avere infiammazioni articolari oppure danni da stress e traumi a muscoli, legamenti e tendini.
Abbiamo infine condizioni patologiche diffuse come l’artrite o l’osteoporosi, in grado di sollecitare il dolore anche sulle spalle.

Come individuare il problema?

Non è cosi facile.
In prima analisi consigliamo di effettuare tutti quegli esami diagnostici in grado di rilevare anomalie e patologie che meritano di essere trattate in maniera convenzionale, in modo tale da escludere le cause più comuni.

Nel momento in cui non vi è una causa diretta e oggettiva (o per cercare una terapia di supporto) è possibile rivolgersi ad un buon osteopata, per cercare di analizzare tutti quegli aspetti, anche in fase di analisi del problema, che sono stati sottovalutati in precedenza.

Curare il dolore alla spalla con l’Osteopatia

Quando il dolore alla spalla non è associato a traumi o a sovraccarichi di lavoro è necessario verificare che non ci siano problemi meccanici importanti.
L’osteopatia può intervenire in questo senso poichè una sintomatologia dolorosa può essere correlata ad una restrizione fasciale e viscerale che concorre allo sviluppo di una riduzione funzionale dell’articolazione con possibilità di esiti dolorosi.

Per prima cosa l’osteopata analizzerà la mobilità delle singole articolazioni della spalla, lo stato delle fasce muscolari, l’elasticità delle fasce e lo scorrimento dei tendini.
Se in questa fase venissero rilevati problemi funzionali si interverrebbe con tecniche dirette o indirette di manipolazione allo scopo di ripristinare la mobilità dell’articolazione, ma non solo: siccome l’osteopatia intende la persona nella sua totalità, si cercherà anche di rilevare la presenza di cause non locali che possono contribuire alla sollecitazione e al mantenimento dello stato doloroso.

In questo senso sono importanti le disfunzioni della colonna vertebrale che hanno ripercussioni dirette sulla spalla, la cavità orale che ha organi direttamente connessi alla scapola tramite muscoli e le problematiche a livello del diaframma che possono portare dolore alla spalla attraverso il nervo frenico.
Considerando anche le disfunzioni cranio-sacrali e tutto il sistema viscerale-fasciale è facile comprendere come quasi tutto il corpo possa presentare anomalie che, direttamente o indirettamente, possono gravare sulla salute delle spalle.

Non dimentichiamo che considerare l’essere umano nella sua unità vuole anche dire ascoltare attentamente la sua storia personale, spesso portatrice delle cause dei nostri problemi.
Può capitare che in fase di colloquio l’osteopata rilevi che il paziente, per esempio, dorma sempre di lato sulla stessa spalla e che nella vita quotidiana svolga lavori ripetitivi che portano ad una continua sollecitazione all’articolazione.

Quando emergono queste situazioni il trattamento diventa molto personalizzato sulle cause specifiche della singola persona.

Quindi cosa fa l’osteopatia per curare il dolore alla spalla?
Semplicemente si occupa di tutte quelle cause e concause più o meno note che insieme contribuiscono a generare la fase sintomatica del dolore.
In seguito, attraverso il trattamento di manipolazione dolce, si cerca di ripristinare la funzionalità e l’equilibrio dell’articolazione agendo sui punti di origine del problema, questo solo dopo un’attenta analisi conoscitiva ed esplorativa.

Prova anche tu

Se soffri da diverso tempo e ti stai chiedendo come curare il dolore alla spalla che non ti da tregua, prova anche tu a chiedere un consulto al Dottor Guidotti, fondatore del Centro Osteopatico Arché, scoprirai che possiamo fare molto anche quando ormai hai perso le speranze.

Leave a reply