Curare le distorsioni alla caviglia

In Pillole: La distorsione alla caviglia è un trauma che spesso non si risolve adeguatamente, anche con le giuste cure mediche. Se vuoi riprendere la tua vita o l’attività sportiva senza avere più problemi prova a contattare un osteopata, la manipolazione e la terapia osteopatica possono fare moltissimi per ridurre al minimo il problemi, garantendo un pronto recupero.

Come curare le distorsioni alla caviglia

La distorsione alla caviglia è un tipo di trauma abbastanza frequente, basta poggiare male un piede mentre si fa sport o semplicemente quando si cammina per determinare una torsione innaturale che provoca una distorsione.

Ma cos’è, di fatto, una distorsione alla caviglia?
In parole semplici è un trauma articolare che si verifica nell’articolazione che connette le ossa della gamba (tibia e perone) da una parte e il primo osso del piede (l’astralago) dall’altra.
Siamo quindi in presenza di una situazione traumatica che interessa in primis i legamenti ma spesso non risparmia nemmeno tendini e muscoli.

Come si evidenzia una distorsione alla caviglia?
In genere ci sono alcuni tratti distintivi che possiamo riassumere nei seguenti punti:

 

  • Presenza di dolore
  • Forte limitazione della mobilità articolare
  • Gonfiore della zona interessata
  • formazione di un

E importante fare una prima auto diagnosi poiché quando capita una distorsione spesso si è da soli e vanno prese le prime precauzioni, in fase acuta, al fine di non peggiorare la situazione.
Per esempio è importante eliminare le sollecitazioni sull’articolazione, mettere subito del ghiaccio per contrastare il gonfiore e non bisogna togliersi la scarpa perché potrebbe essere impossibile infilarla nuovamente.

Una volta avvenuto il trauma come curare una distorsione alla caviglia?

Primo approccio in caso di trauma distorsivo

Una distorsione alla caviglia, oltre che dolorosa, può essere abbastanza complicata da curare, in certi casi più di una frattura ossea.
Dopo i primi accorgimenti della fase acuta, nell’immediatezza del trauma, è necessario procedere per il corretto recupero della mobilità articolare.
A questo fine è necessario un periodo di riposo a cui seguirà la fisioterapia per rieducare l’articolazione alla normale funzionalità.

Come deve proseguire il percorso per curare una distorsione alla caviglia ?
La prima cosa è cercare di tenersi in forma, anche con l’alimentazione. Mangiare correttamente è importante per non sottoporre a sforzo eccessivo gli arti inferiori in presenza di traumi distorsivi, quindi è da evitare una situazione che ci veda sovrappeso.
Altra cosa importante, anche quando si pensa che l’infortunio sia di poco conto, consiste nell’eseguire comunque degli approfondimenti diagnostici, come per esempio una RX nella zona interessata.
Infine nessuno dovrebbe sottovalutare il percorso riabilitativo e, dopo questo, i rischi connessi ad un “rientro” nella normalità senza le dovute cautele, soprattutto quando si fa attività sportiva.

Cosa può invece fare l’osteopatia per curare una distorsione alla caviglia?
Vediamolo insieme.

Terapia osteopatica di supporto

Come sempre il primo approccio dev’essere prettamente medico, con accertamenti ed esami volti a delineare la situazione  e il tipo (o grado) di distorsione.
Una volta fatto questo, per favorire il recupero, l’osteopatia è sicuramente una valida alleata, fermo restando che anche in campo osteopatico ci si attiene ad un primo protocollo medico d’intervento detto “PRICE” (protezione, riposo, ghiaccio, compressione, elevazione): risulta infatti complicato intervenire con terapie manipolative in presenza di edemi e gonfiori.

Quando è possibile eseguire un trattamento, l’osteopata interviene in caso di distorsione sulle fasce della gamba per favorire il ripristino fisiologico dell’articolarità, mentre se siamo in presenza di gonfiore si applica il protocollo PRICE.
L’intervento è mirato alla non cronicizzazione dei sintomi dolorosi per recuperare mobilità senza incorrere in instabilità dell’articolazione e perdita della flessibilità.

Particolare attenzione è posta alle aderenze provocate da cicatrici, nel momento in cui queste sono in grado di provocare dolore in particolari situazioni di sforzo, anche quando apparentemente va tutto bene: il trattamento manipolativo osteopatico interviene infatti sulle aderenze ripristinando il corretto scorrimento delle fasce in maniera indolore e non invasiva.

In conclusione, l’osteopatia aiuta il normale processo di recupero e rieducazione in seguito a distorsioni e fa in modo di evitare del tutto quei disagi e quelle risultanze che possono intervenire anche quando la situazione sembra recuperata nel migliore dei modi.

 

Contatta un osteopata

Se vuoi curare una distorsione alla caviglia e ritieni importante un recupero al 100% senza strascichi o situazioni dolorose che tendono a cronicizzarsi, chiedi un consulto.

Leave a reply