Osteopatia e Sport

In Pillole: lo sport è utile a una vita sana e in salute ma può portare anche ad avere traumi fisici se non si è attenti a come lo si pratica. Osteopatia e sport possono lavorare insieme nella prevenzione e nella cura di eventi traumatici dovuti all’attività sportiva riuscendo a curare meglio un infortunio e prevenendo le eventuali recidive.

Osteopatia e sport

L’attività sportiva è alla base di una vita sana e in buona salute, ma cosa si intende per “sport” e come si coniugano osteopatia e sport?
Usualmente associamo questa parola all‘attività agonistica, spesso praticata dai campioni più amati o dagli atleti olimpici, ma la verità è che in Italia milioni di persone svolgono più o meno regolarmente attività sportiva non agonistica che, dal punto di vista della salute psicofisica, non è meno importante, anzi.
Svolgere una regolare attività sportiva è utile per tenere in forma e in salute il corpo, aiutando nel contempo anche la mente ad essere dinamica e priva degli stress legati al normale andamento della vita quotidiana.

Sono sempre di più le persone che prima o dopo l’attività lavorativa si dedicano alla palestra, alla corsa, alla bicicletta o ad una sana partita di calcio o  basket con gli amici, per divertimento ma anche semplicemente per mantenersi in forma.

L’attività sportiva è sempre indicata e da sempre riscontri positivi?

Dipende dai casi.
Innanzitutto lo sport dev’essere praticato coi giusti criteri: mai a freddo, sempre con cautela e sotto controllo medico. Infatti se da un lato lo sport è fonte di benessere per chi lo pratica, dall’altro è vero che intense attività fisiche, magari poco controllate, possono provocare traumi e recidivanti, sia per l’atleta professionista (che ha il vantaggio di essere seguito da esperti) sia per l’atleta amatoriale.

Come si coniugano osteopatia e sport?

In questo ambito l’osteopatia risulta di grande aiuto per la cura di traumi sportivi  e per il mantenimento del corretto equilibrio psico fisico.
Uno sportivo, chiunque esso sia, può essere supportato sotto diversi aspetti:

  • prevenzione degli infortuni tramite un riequilibrio bio-meccanico della persona
  • terapie di supporto in caso di infortuni, in unione con la medicina convenzionale, allo scopo di ridurre gli infortuni e le recidive
  • miglioramento delle performance atletiche liberando il soggetto da tensioni muscolo-scheletriche che possono limitarne forza, sviluppo e resistenza.

 

In sostanza l’osteopatia si affianca alle medicina tradizionale con lo scopo primario di risolvere gli squilibri bio-meccanici e i disturbi neurofisiologici dello sportivo agendo sulla struttura articolare, fasciale, viscerale o craniale.

Osteopatia e sport: una lunga storia

Osteopatia e Sport sono legate a doppio filo fin dall’inizio della storia della disciplina osteopatica.
Il fondatore dell’osteopatia A.T. Still fin dall’inizio della sua opera aveva pazienti sportivi di tutte le discipline che si rivolgevano a lui per curare slogature, strappi o lussazioni, tanto che lo stesso Still fu considerato uno dei pionieri della medicina sportiva.
Al giorno d’oggi sono numerosissimi gli atleti che nel corso della loro carriera si rivolgono alle cure di un osteopata tramite il trattamento manipolativo osteopatico.

Perché tanti atleti si rivolgono con fiducia ad un osteopata?
Molto semplicemente ogni atleta, anche non professionista, desidera mantenere in piena efficienza il proprio apparato muscolo-scheletrico per affrontare al meglio ogni sfida sportiva; il TMO (trattamento manipolativo osteopatico) aiuta a ripristinare, attraverso le diverse tecniche applicate, la massima mobilità degli apparati corporei riducendo il dolore.
Inoltre, come dimostrato da diversi studi, il trattamento osteopatico concorre positivamente nella diminuzione dell’uso di anti dolorifici nella fase post infortunio e nell’aumentare la forza muscolare.

Prevenzione infortuni

Il binomio “osteopatia e sport” manifesta efficacia anche quando si parla di prevenzione dagli infortuni.
La manipolazione del sistema fasciale e delle articolazioni coinvolte nella parte motoria dell’atleta aiuta a ridurre gli attriti e migliora lo scorrimento delle fasce muscolari prevenendone l’usura.
Il trattamento osteopatico è particolarmente indicato negli stati dolorosi che sono la conseguenza di squilibri che non si sono ancora evoluti in una vera e propria patologia, quindi sono ancora recuperabili velocemente.

Fra questi abbiamo:

  • I dolori lombari possono evolvere, se non trattati preventivamente, in protrusioni, sciatalgie ed ernie lombari.
  • Un’infiammazione della zona del collo e delle spalle può evolvere in ernia cervicale, torcicollo e/o cefalea.
  • Difficoltà digestive possono condurre a gastriti, sindrome da reflusso, colon irritabile
  • Stati di stress, ansia e stanchezza possono evolversi in situazione di depressione cronica e calo delle difese immunitarie.

 

Da questo quadro risulta evidente come osteopatia e sport, lavorando in sinergia e affiancando la medicina convenzionale, possano portare un reale beneficio a chi fa attività sportiva a tutti i livelli, da quello amatoriale a quello professionistico.

Se anche tu pratichi attività sportiva a qualsiasi livello o hai un trauma non esitare a chiederci un consulto.

Scopri come osteopatia e sport possono concorrere positivamente a migliorare la tua condizione generale e, con questa, la tua vita.

Leave a reply